Elogio dell’Ombra (reload) > TerritoriOmbra

Elogio dell’Ombra è un progetto fotografico nato nel social Facebook® nel 2016, da un’idea di Roberto steve Gobesso, che ha deciso di servirsi delle possibilità aggregative della rete per dar vita a un gruppo di autori interessati a confrontarsi su un tema comune e a riportare la fotografia nella sua dimensione fisica e, quindi, reale.

Dal settembre 2016 e fino al novembre 2017 la mostra è stata esposta in sei diverse location tra le quali Novafeltria (nell’ambito della rassegna Semplicemente fotografare), Calcata (nelle sale del palazzo Baronale degli Anguilla), Modena (Galleria delle Statue dell’Istituto “Adolfo venturi”), Fanano (sale del palazzo Scolopi), Novara (sale di Casa Bossi) e San Benedetto del Tronto (nell’ambito di Exhibition 2017 Nikon e Logos).

In questi anni il corpo della collettiva è cresciuto e si è trasformato. Nel 2018, con la formazione dell’associazione culturale Grana – nata da un gruppo di autori di Elogio dell’Ombra – il corpo della collettiva è stato acquisito dall’associazione, ha cambiato pelle e si è arricchito di nuovi contributi.

Elogio dell’Ombra si presenta oggi con una veste completamente rinnovata, sia nella modalità espositiva, sia nei contenuti, e anche nell’editing. Ha preso il nome di TerritoriOmbra, rassegna che propone una sorta di ‘percorso iniziatico’ che accompagna il visitatore dall’esperienza del vissuto fenomenico della realtà delle ombre fino a una visione più intima e profonda, che ognuno di noi può aver sperimentato nel proprio vissuto e che intende esplorare.

Dal 30 marzo al 14 aprile 2019 – a Mestre – nella Calle Corte Legrenzi, Grana darà spazio ad una rassegna di eventi: incontri con autori, installazioni, fotografie, videoarte, letteratura, musica, pittura e performance.

Gli autori di TerritoriOmbra sono: Alessandro Angeli, Antonsilvio Barbini, Sandro Bonaldo, Franco Bovo, Fabrizio Brugnaro, Carlo Buffa, Paolo Busolin, Giovanni Cecchinato, Manuel Posadas Cecchinato, Carmen Decembrino, Riccardo Di Palma, Alessandro Ferrari, Laura Fogazza, Francesco Galli, Roberto steve Gobesso, Fabio Iemmi, Laura Lomuscio, Antonio Lovison, Giovanni Marasco, Gianni Mazzesi, Giorgio Meneghetti, Fabio Morassutto, Enrico Prada, Mauro Quirini, Ruggero Ruggieri, Gianni Rusconi.
L’immagine del manifesto è di Lucio Schiavon.