MicroCollaze e Ombre palesi

Sono opere uniche e miniaturizzate, i MicroCollaze, che hanno un legame viscerale e organico con il pensiero pittorico e fotografico.
Nelle sue realizzazioni è evidente la febbrile e sofisticata ricerca d’immagini altrui, che l’autrice compie fra le pagine di ogni libro d’arte, rivista, biglietto o cartina geografica; creando imprevedibili fusioni immaginarie, sino a giungere alla fase finale del ritaglio, assemblaggio e incollatura.

Nei MicroCollaze e Ombre Palesi si potrà certamente intravedere un’ironica visione e sperimetazione del cut&paste analogico.

Questi piccoli supporti permettono di creare una strana magia visiva: immaginano e realizzano fotografie impossibili. I “MicroCollaze” diventano materia e narrazione senza l’ausilio della macchina fotografica. Sono piccole e preziose opere ricche di citazioni intellettuali ed estetiche, che spaziano in tutti i campi della comunicazione, stimolando nell’osservatore la curiosità di giungere alla risoluzione del rebus, di ogni enigma nascosto accuratamente sotto la colla e la materia che compone le figure, definisce i soggetti.

In ‘Ombre palesi’, nate per la collettiva TerritoriOmbra, l’iconografia classica delle ombre cinesi viene invertita, trasformando il nero in bianco lucente.
Il collage si apre scenograficamente verso realtà impossibili.

CINZIA AZE
Si avvicina alla fotografia da bambina, fagocitando e collezionando fotocamere.
Complice la sua formazione maturata presso il Liceo Artistico, ama da sempre sperimentare. La fotografia e il collage analogico, sono i mezzi più congeniali per esprimersi.

 

30 Marzo al 5 Aprile
lun e da mer-ven 16-20
sab e dom 11-13/16-20